FITOTERAPIA

La fitoterapia  è, in senso generale, quella pratica che prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere psicofisico.

Data l’antichità di questa pratica, che con tutta probabilità rappresenta il primo esempio di pratica terapeutica umana, e data la sua generalizzata distribuzione geografica, è impossibile dare una descrizione di essa in termini di un sistema terapeutico specifico. Piuttosto è sensato dire che l’utilizzo terapeutico delle piante si ritrova in tutti i sistemi terapeutici umani, da quelli più antichi e basati su osservazione ed empirismo, a quelli più sofisticati e con livelli di complessità teorica elevata, fino alla moderna biomedicina.

La medicina popolare si serve di rimedi fitoterapici da tempi immemorabili. Ippocrate citava il rimedio come terzo strumento del medico accanto al tocco e alla parola.

Ci sono un certo numero di preparati fitoterapici in uso.

Esempi includono preparazioni derivate dalle foglie di Ginkgo biloba, che vengono utilizzati per trattare una varietà di disturbi cognitivi minori ed alcuni altri disturbi del sistema nervoso centrale; le parti aeree e radici di Echinacea angustifolia (e altre specie di Echinacea), che vengono utilizzati nel trattamento e nella prevenzione delle malattie respiratorie raffreddore e altri; e parti di artiglio del diavolo africana (Harpagophytum procumbens), la cui radice è usato per trattare il dolore lombare cronico.

Vieni a Trovarci!